Prestiti senza busta paga Postepay evolution

Silvia Faenza
Aggiornato il 11/09/2020

Chiedere dei mini prestiti anche senza una busta paga è possibile rivolgendosi ad alcuni enti bancari e finanziari come ad esempio: Poste Italiane. Tra i prodotti finanziari, infatti, è possibile trovare i prestiti senza busta paga Postepay Evolution. Questo finanziamento che prende anche il nome di Mini Prestito BancoPosta consente di ottenere una somma limite di 3 mila euro anche senza busta paga. Vediamo insieme come ottenerlo, i requisiti e il piano di rimborso.

Mini prestito Postepay Evolution: requisiti

Menu Contenuti

Preventivo in 1 Minuto

Il prestito Postepay Evolution può essere richiesto da tutti coloro che hanno una carta postepay con Iban. Questa carta prepagata offre l’accesso a un prestito che va da un minimo di 1000 euro fino a 3000 euro.

Per accedere al prestito senza busta paga Poste Italiane è necessario:

  • Essere titolari di una Postepay Evolution
  • Avere un’età compresa tra i 18 e 76 anni
  • Risiedere stabilmente in Italia
  • Reddito dimostrabile prodotto in Italia (anche da lavoro autonomo e senza busta paga)
  • Non avere in corso protesti o pignoramenti

Il mini prestito BancoPosta dunque, può essere richiesto sia da chi non ha una busta paga (ma presenta un reddito dimostrabile) sia da coloro che percepiscono mensilmente la pensione o lo stipendio, l’importante è che i redditi siano prodotti in Italia e non all’estero.

Come richiedere il Mini prestito Postepay Evolution

Il prestito senza busta paga Postepay Evolution può essere richiesto:

  • Direttamente all’ufficio postale più vicino
  • Prenotando un appuntamento telefonico con un consulente Poste Italiane

Dunque, il finanziamento non può essere richiesto online ma bisogna obbligatoriamente recarsi di persona in un ufficio postale.

Per richiedere questo mini prestito fino a 3 mila euro, è necessario portare con sé la giusta documentazione. I documenti richiesti sono:

  • Documento d’Identità in corso di validità
  • Tessera Sanitaria
  • Permesso di Soggiorno e passaporto (per gli extra-comunitari che lavorano in Italia)
  • Documenti che permettono di verificare la presenza di un reddito annuale da lavoratore autonomo, dipendente o pensionato
  • Documenti che confermano la percezione di redditi alternativi (come ad esempio un contratto di fitto intestato al proprietario della Postepay)
  • Postepay Evolution
  • Iban Conto Banco Posta (sé presente, non obbligatorio)

Questi documenti permettono di verificare i dati del cliente e procedere all’istruzione della pratica e la successiva erogazione del prestito personale, se non sussistono problemi e si è in possesso di tutti i requisiti.

Durata e interessi del Mini Prestito Poste Italiane

Il Mini Prestito Poste Italiane (o prestito Postepay) prevede l’accesso a tre fasce d’importo:

  • 1000 euro
  • 2000 euro
  • 3000 euro

La durata di questo prestito qualunque sia l’importo richiesto è fissa e pari a 22 mesi (ossia 1 anno e 10 mesi).

Ogni importo prevede dei costi e una rata mensile fissa, nello specifico:

IMPORTORATACOSTO totale Interessi
1000 euro50 euro100 euro (1100 euro da restituire)
2000 euro100 euro200 euro (2200 euro da restituire)
3000 euro150 euro300 euro (3300 euro da restituire)

L’importo del prestito richiesto verrà, dopo la firma del contratto, erogato direttamente sulla Postepay Evolution del richiedente.

Estinzione anticipata del prestito

Il prestito Postepay Evolution senza busta paga può essere estinto anche anticipatamente rispetto al periodo fisso di 22 mesi previsto dal contratto. L’estinzione anticipata del prestito personale può essere svolta di persona allo sportello oppure ufficio postale competente.

Per quanto riguarda il diritto di ripensamento, questo può essere esercitato entro 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto di prestito. In questo caso, la somma dev’essere restituita completamente e non viene richiesto il pagamento degli interessi.

Rimborso rate: come avviene?

Il rimborso delle rate del piccolo prestito Banco Posta può essere fatto attraverso tre canali di pagamento differenti.

Il pagamento mensile può avvenire:

  • Con il pagamento della rata fissa addebitata direttamente su Conto corrente Banco Posta o conto corrente bancario
  • Mediante il pagamento di un bollettino postale. In questo caso i bollettini del prestito vengono inviati in modo gratuito all’indirizzo di residenza, dopo di ché ci si dovrà recare in posta per il pagamento.
  • Attraverso il pagamento delle rate con addebito diretto sulla Postepay Evolution sulla quale è stato erogato il prestito.

In caso di pagamento con bollettino postale, bisogna considerare che le spese complessive del prestito saranno maggiori, in quanto il costo di questo è a carico del cliente. In media bisogna considerare un costo di 1,5 euro a bollettino per un totale di 33 euro per il pagamento di tutte le 22 rate.

Ora che abbiamo visto come funziona del dettaglio il prestito con Postepay non ti resta che richiederlo se è in linea con le tue esigenze. Ma se hai bisogno di ulteriori informazioni o hai dei dubbi: lasciaci un commento! Appena possibile ti risponderemo.

Articoli correlati:

Prestiti senza busta paga Agos
Prestiti senza busta paga Compass
Prestiti senza busta paga Findomestic
Prestiti senza busta paga: i finanziamenti del 2020 
Piccoli prestiti: quali sono i migliori?
Piccoli prestiti Inpdap: come richiederli?
Prestiti in 1 ora: come ottenere un finanziamento veloce
Prestiti senza garante: quando e come richiederli?

 


©Prestitiperte.com 2020 P.I. 02982910800

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizziamo Google Tag Manager per monitorare il nostro traffico e per aiutarci a testare nuove funzionalità

Usiamo Facebook per tracciare connessioni ai canali dei social media.
  • m_pixel_ratio
  • presence
  • sb
  • wd
  • xs
  • fr
  • tr
  • c_user
  • datr

Usiamo Facebook per tracciare connessioni ai canali dei social media.

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi