Piccoli Prestiti

Richiedi il Preventivo Senza Impegno!

Compila ora il Modulo Online!

PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO

Piccoli Prestiti

Stai cercando piccoli prestiti per le tue necessità immediate? Con questo articolo aggiornato ad Aprile 2019 , possiamo aiutarti ad ottenere più informazioni in merito e ti diremo come accedere al finanziamento che ti serve per mezzo delle banche o finanziarie tradizionali (in filiale), oppure online. I piccoli prestiti attenzione da non sbagliare confondendosi con i microprestiti , ti permetteranno di ottenere delle piccole somme di denaro. Negli ultimi tempi i Piccoli Prestiti veloci sono maggiormente richiesti, per molteplici motivazioni.

Cosa sono i piccoli prestiti?

Sono una tipologia di prestito che fanno parte della categoria dei finanziamenti non finalizzati , che differentemente da quelli finalizzati il richiedente, non dovrà dichiarare in nessun modo la motivazione del finanziamento. Anche burocraticamente questa tipologia di prestito è vantaggioso in quanto richiedendo piccole somme non si avrà difficoltà ad accedervi, l’iter è molto snello basterà  inviare la documentazione richiesta, all’ente che erogherà il finanziamento, tale procedura è possibile farla anche online: con i piccoli prestiti online potrai ottenere tempistiche di accettazione della pratica molto veloci. I documenti da inoltrare sono:

  • Documento di identità
  • Codice fiscale
  • Busta paga

Tipologie e a chi si rivolge

Le piccole somme di liquidità che potresti ricevere, vanno da un minimo di 1.000 fino ad un massimo di 10.000 euro . Di seguito elencheremo le diverse tipologie di finanziamenti che appartengono alla categoria “piccoli prestiti”.

  • Carte revolving: le carte revolving sono delle carte di credito che ti consentono di saldare le spese mensili in tante piccole nei mesi successivi. Si accede a questo vantaggio senza nessuna particolare garanzia, lo svantaggio è che si hanno costi di gestione ed oneri economicamente poco convenienti.
  • Prestito cambializzato: questa tipologia di prestito è molto utile per i richiedenti definiti cattivi pagatori , infatti questo nel caso di mancato pagamento delle rate consente all’istituto erogatore di poter procedere con il pignoramento dei beni del debitore.
  • Cessione del quinto dello stipendio:  caratterizzato dell’addebito delle rate direttamente sulla busta paga, infatti il datore di lavoro dovrà effettuare questa procedura rispettando il limite concesso ovvero massimo il 20% della retribuzione netta.
  • così come per i dipendenti che ricevano l’addebito della rata in busta paga, la cessione del quinto la possono ottenere anche i pensionati, l’unica differenza è che l’addebito verrà effettuato dall’INPS sulla pensione.

I negozianti/commercianti hanno la possibilità di richiedere delle piccole somme di denaro per diversi motivi come per esempio per acquistare casa , un bene, una televisione o qualunque altro articolo da utilizzare presso il proprio negozio o centro commerciale.Nella situazione sopra descritta non verrà erogata la somma sul conto corrente ma il richiedente avrà l’opportunità di dilazionare il pagamento del prodotto acquistato.

Fino a quanto si può richiedere?

Così come abbiamo diverse tipologie di prestito, in base all’ente che concede il piccolo prestito avremo diversi importi erogabili. Come ad esempio i finanziamenti per acquisti finalizzati o le carte revolving, spesso si può ottenere un importo massimo richiedibile di 10.000 euro. Differentemente nel caso di prestito tramite Inpdap l’importo concesso varierà in base alla durata del contratto e del salario. Per i piccoli prestiti annuali probabilmente ti verrà richiesta una mensilità del tuo stipendio o della tua pensione, nel caso di prestiti biennali circa due mensilità, per i triennali fino a 3 mensilità e di conseguenza per i prestiti quadriennali fino a 4 mensilità di stipendio o della pensione.

Come ottenere un piccolo prestito?

Vorresti richiedere ed ottenere rapidamente un piccolo prestito personale? La procedura più semplice e veloce è effettuare la richiesta online . Sul web è possibile mettere a confronto contemporaneamente varie proposte, il comparatore evidenzia l’ offerta più vantaggiosa e adatta, si può quindi procedere. Se la tua posizione non è catalogata tra i cattivi pagatori o protestati, sarà sufficiente inoltrare la documentazione richiesta. Vediamo insieme cosa serve:

  • Documento d’identità
  • Codice fiscale
  • Documenti attestanti la capacità di rimborsare il credito

Per attestare la capacità di rimborso, il richiedente può mostrare la busta paga e il modello CUD . Nel caso dei prestiti Inpdap si ha una circostanza un po diversa, infatti si devono avere dei requisiti precisi:

  • Essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali
  • Aver effettuato il versamento dei contributi dell’ente
  • Avere un’età tra i 18 e 70 anni
  • Essere residenti sul territorio italiano .

Hai i requisiti sopra indicati? Allora potrai recarti presso l’INPS a te più comodo per richiedere la modulistica necessaria per richiedere questa tipologia di finanziamento. Solitamente l’ente finanziatore richiede a titolo di garanzia:

  • le ultime 6 buste paga
  • il modello CUD o il Modello Unico.

Dove chiederlo?

Hai analizzato le informazioni sui Piccoli prestiti e ti domandi: dove chiedere un piccolo prestito? Ecco per te un elenco che ti guiderà con dei dettagli utili:

  • Findomestic : grazie al portale web , si accede alla procedura. E’ una soluzione particolarmente vantaggiosa economicamente, infatti non sono previste spese accessorie, e i tassi sono convenienti.
  • Consel : come nel caso precedente anche in questo caso la procedura è molto rapida in quanto si procede online, ed anche in questo caso non vi sono spese di istruttoria e gestione, si ha la possibilità di ottenere fino a 10.000 euro.
  • Explora American Express : è una carta revolving ovvero l’utente ha la possibilità di scegliere il tipo di pagamento: a saldo o a rate.Per questa tipologia di carta è prevista una raccolta punti, che prevede dei premi.
  • SpecialCash Postepay di Poste Italiane : con questa soluzione ottenere fino a 15.000 euro che verranno accreditati o sulla PostePay o sulla CreditExpress Mini di Unicredit, per un importo massimo di 3.000 euro.

Piccoli prestiti in un’ora massimo

Molte volte succede che per emergenze occorre un piccolo prestito nel più breve tempo possibile . Chiedere ad amici e parenti non è sempre possibile ed è un disturbo poco confortante. Grazie a molte finanziarie oggi si riesce ad evitarlo in quanto riescono ad erogare il prestito anche in un’ora . Di seguito un elenco delle finanziarie disponibili:

  • Finatel : offre finanziamenti rapidissimi in solo un’ora, ai lavoratori dipendenti in possesso del CUD, della busta paga e del certificato dello stipendio firmato dal proprio datore di lavoro. Nel caso in cui ti dovessero servire delle somme piuttosto alte rispetto al tuo reddito ti servirà un garante. La somma richiesta può essere erogato per mezzo di un assegno circolare o tramite un bonifico bancario. Il valore massimo del finanziamento concesso da Finatel è di 50.000€ comodamente rimborsabili da un minimo di 12 rate fino a 120, la rata ed il tasso sono fissi, per l’intera durata del finanziamento.
  • Cofidis : ugualmente come per Finatel dovrai presentare tutta la documentazione quindi CUD, busta paga e documenti personali. In questo caso si garantisce fino ad un valore di 5.000€ restituibili con piccole rate da 38€ in su, questo prestito si può richiedere tramite il call center o online.
  • Credipass : anche questa offre e garantisce un prestito veloce fino a 50.000€ da restituire anche in 120 rate mensili. Per questo caso la documentazione che serve è: un documento d’identità valido, il codice fiscale, il CUD, l’ultima busta paga e la bolletta di un’utenza domestica. In questo caso si ha in un’ora l’esito, ma per l’erogazione del prestito è richiesto un po’ più tempo. Per poter essere più celeri nell’erogazione sarebbe utile essere in  possesso di tutta la documentazione corretta ed avere un reddito pari o meglio superiore alla cifra richiesta.

Piccoli prestiti a protestati

Hai effettuato dei pagamenti in ritardo o non hai pagato delle rate? Fai quindi parte della categoria dei protestati o dei cattivi pagatori? Se possiedi una busta paga, hai la possibilità di richiedere senza alcuna difficoltà la cessione del quinto dello stipendio . Diversamente ti occorrerà un garante. Per ottenere i piccoli prestiti senza busta paga è necessario fare una distinzione tra piccoli e grossi prestiti , in quanto se ti occorre un prestito minimo ovvero inferiore a 5mila euro è più fattibile l’erogazione in breve tempo, anche senza la firma di un garante.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizziamo Google Tag Manager per monitorare il nostro traffico e per aiutarci a testare nuove funzionalità

Usiamo Facebook per tracciare connessioni ai canali dei social media.
  • m_pixel_ratio
  • presence
  • sb
  • wd
  • xs
  • fr
  • tr
  • c_user
  • datr

Usiamo Facebook per tracciare connessioni ai canali dei social media.

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi