• Home
  • Prestiti
  • Prestito senza busta paga con ipoteca sulla casa o prestito ipotecario

Prestito senza busta paga con ipoteca sulla casa o prestito ipotecario

Silvia Faenza
Aggiornato il 08/08/2020

Vuoi saperne di più sul prestito con ipoteca senza busta paga? Sei giunto nel posto giusto.

Quando non si ha un reddito dimostrabile, come ad esempio una busta paga da lavoro dipendente, è possibile valutare opzioni alternative per la richiesta di un prestito.

Preventivo in 1 Minuto

Tra queste c’è il prestito senza busta paga con ipoteca sulla casa, che prende anche il nome di prestito ipotecario. Ma come funziona questa forma di finanziamento? Come si immette un’ipoteca sulla casa? Scopriamolo insieme.

Prestito ipotecario senza una busta paga: come funziona?

Il finanziamento senza busta paga con l’iscrizione di un’ipoteca sulla casa ha come requisito principale il possesso del 100% di un immobile privato o commerciale. L’immobile in questo caso funge da garanzia al posto della busta paga oppure di altre forme di reddito alternativa.

Per chi non ha un contratto di lavoro come dipendente, una pensione oppure qualunque altro reddito alternativo come ad esempio il reddito da lavoro autonomo, questa potrebbe essere la soluzione migliore per ottenere un finanziamento senza problemi eccessivi.

Ma cos’è esattamente un’ipoteca sulla casa? L’accensione di un’ipoteca prevede una garanzia reale che un soggetto, come banche o finanziarie, possono acquisire su un bene di proprietà di un’altra persona. Questa garanzia, prevista anche dal Codice Civile, da alla banca la possibilità di diventare la proprietaria dell’immobile ipotecato in caso di mancato pagamento delle rate del prestito.

Se l’importo del prestito è inferiore al valore dell’immobile, la banca può comunque procedere con il pignoramento del bene e costringere il cliente alla vendita per restituire la somma dovuta all’istituto bancario.

Nel caso in cui si restituisca l’intero importo del prestito comprensivo degli interessi senza intoppi, la banca alla fine del finanziamento procederà all’eliminazione dell’ipoteca sulla casa.

Come richiedere un prestito senza busta paga con ipoteca sulla casa?

Un prestito personale di tipo ipotecario può essere richiesto a qualunque banca o finanziaria che presenta questa forma di finanziamento tra i prodotti proposti.

Per la domanda di prestito senza garanzia dello stipendio è necessario portare in banca una specifica documentazione. Tra i principali richiesti ci sono:

  • Documenti d’identità e codice fiscale
  • Visura dell’Agenzia delle Entrate per verificare la reale proprietà della casa
  • Perizia dell’immobile (per conoscerne il valore commerciale)
  • Documenti di proprietà della casa (come ad esempio atto notarile di acquisto oppure di proprietà dell’immobile per successione)
  • Assicurazione sulla casa (se non presente, sarà la banca a farne siglare una al cliente)

Oltre ai documenti del richiedente e dell’immobile che si vuole ipotecare, la banca potrebbe (a seconda della sua politica) richiedere anche altre garanzie o certificati.

Il prestito ipotecario prevede che si debba essere al 100% proprietari dell’immobile. Quindi non valgono al fine dell’accensione di un’ipoteca le nude proprietà, l’usufrutto della casa o locale commerciale, oppure proprietà intestate a più persone, ognuna con un diritto d’opzione sull’uso ed eventuale vendita dell’immobile.

Quando richiedere un prestito ipotecario?

Il prestito personale senza busta paga con garanzie alternative come l’ipoteca su un immobile oppure un locale commerciale può essere richiesto solo a determinate condizioni.

Infatti, le banche non concedono finanziamenti ipotecari se il valore dell’immobile è eccessivamente più alto rispetto a quello del prestito richiesto. Dunque, non si può ottenere un prestito personale dai 1000 ai 30 mila euro con un finanziamento ipotecario, in quanto la banca potrebbe avere successivamente difficoltà a rientrare dell’eventuale somma non pagata. Perché in questo caso può pignorare ma non entrare in possesso dell’immobile e venderlo per suo conto.

Il prestito ipotecario dunque può essere richiesto:

  • Se la somma del finanziamento non supera l’80% del valore commerciale dell’immobile
  • Se si richiede un prestito superiore ai 30 mila euro
  • Il piano d’ammortamento ha una durata da un minimo di 5 a un massimo di 20 anni (tempo massimo d’istituzione di un’ipoteca)

L’ipoteca sulla casa per la concessione del finanziamento, inoltre, prevede che si palesi alla banca la motivazione del prestito. Tra i principali motivi che permettono l’accensione di un prestito con ipoteca troviamo:

  • Acquisto di una seconda casa
  • Lavori di ristrutturazione dell’immobile
  • Apertura di un’impresa, attività commerciale, nuovi business e progetti
  • Consolidamento debiti (per riunire tutte le rate che si pagano mensilmente in una sola)

Difficilmente invece, vengono concessi prestiti senza busta paga con ipoteca senza addurre una motivazione specifica per la somma richiesta.

Quanto tempo ci vuole per un finanziamento ipotecario?

Per ottenere un prestito ipotecario è necessario seguire un iter ben preciso che prevede solitamente dei tempi abbastanza lunghi, rispetto a quelli di un normale finanziamento personale.

Gli step previsti e i relativi tempi sono:

  1. Andare in banca e portare la documentazione richiesta per l’iscrizione dell’ipoteca sulla casa e la realizzazione del contratto di prestito.
  2. Prima del contratto e dell’erogazione però la banca invia un suo perito per sapere qual è il valore commerciale dell’immobile sul quale si deve iscrivere l’ipoteca. Per quest’operazione ci può volere fino ad una settimana.
  3. Istituzione dell’ipoteca, sottoscrizione da parte del cliente di una polizza sulla vita e di una sulla casa, circa 1 o 2 giorni
  4. Infine, sottoscrizione del contratto di prestito con ipoteca ed erogazione della somma richiesta 1 o 2 giorni

Dunque, in totale ci possono volere da un minimo di 4 giorni fino a un massimo di 14 giorni, a seconda dell’istituto di credito al quale si fa riferimento.

Come cancellare l’ipoteca di un prestito personale?

Un finanziamento richiesto con ipoteca sulla casa prevede all’estinzione del debito la cancellazione della garanzia.

La cancellazione dell’ipoteca si presenta come un diritto di garanzia di tipo reale, questa può essere tolta nel momento in cui il creditore stesso proceda alla sua cancellazione.

L’ipoteca potrebbe non essere cancellata in automatico da parte della banca, per questo motivo il consiglio è di rivolgersi all’istituto di credito alla fine del finanziamento per ottenere la conferma di disiscrizione dell’ipoteca.

La cancellazione può avvenire sia alla fine del finanziamento sia nel momento in cui si proceda all’estinzione anticipata del prestito. In questo caso, dev’essere il proprietario dell’immobile (una volta estinta l’ipoteca) a richiedere la sua cancellazione dai registri immobiliari.

In ogni caso, decorsi 20 anni dall’accensione dell’ipoteca questa decade a meno che non se ne richieda il rinnovo. Questo vuol dire che se il prestito dura 20 anni e lo si paga correttamente, alla fine del finanziamento l’ipoteca si estinguerà da sola per avvenuta prescrizione.

Requisiti per richiedere il prestito ipotecario

Oltre a dover essere proprietari di un immobile, è necessario anche avere altri requisiti specifici che spesso sono richiesti dai vari istituti di credito. Tra questi troviamo:

  • Età tra i 18 e i 65 anni
  • Essere residenti in Italia
  • Avere un documento di reddito annuale (Dichiarazione dei redditi)
  • Assenza di eventuali ipoteche precedenti, pignoramenti o segnalazioni di cattivo pagatore
  • Essere titolari di un conto corrente bancario movimentato da almeno un anno

I requisiti per la richiesta del prestito senza busta paga con ipoteca possono variare anche a seconda dell’istituto bancario al quale ci si rivolge.

In conclusione abbiamo visto come è possibile richiedere un finanziamento senza busta paga con ipoteca sulla casa. Se però hai ancora qualche domanda: lasciaci un commento! Risponderemo il prima possibile.

Articoli correlati:

Prestiti senza busta paga Compass
Prestito senza busta paga Findomestic
Prestiti senza busta paga Postepay
Prestiti senza busta paga e garanzie nel 2020
Prestiti in 1 ora
Prestiti senza garante: come ottenerli?
Finanziamenti Protestati e cattivi pagatori online 
Prestiti a protestati e cattivi pagatori segnalati al Crif

©Prestitiperte.com 2020 P.I. 02982910800

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizziamo Google Tag Manager per monitorare il nostro traffico e per aiutarci a testare nuove funzionalità

Usiamo Facebook per tracciare connessioni ai canali dei social media.
  • m_pixel_ratio
  • presence
  • sb
  • wd
  • xs
  • fr
  • tr
  • c_user
  • datr

Usiamo Facebook per tracciare connessioni ai canali dei social media.

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi