Cessione del Quinto INPS

Richiedi il Preventivo Senza Impegno!

Compila ora il Modulo Online!

PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO

Cessione del Quinto INPS

Cessione del Quinto INPS

Vorresti avere maggiori informazioni sulla cessione del quinto INPS? Grazie a questo articolo che abbiamo preparato per te hai la possibilità di averle. Leggi tutto fino in fondo, ogni dubbio ti verrà chiarito.

Cos’è la cessione del quinto INPS

La cessione del quinto è una tipologia di finanziamento rivolta ai pensionati, grazie a questo prodotto si ha la possibilità di sfruttare delle condizioni particolari. Questo ti consentirà inoltre che le tue rate verranno addebitate sulla pensione.

Infatti l’INPS provvederà mensilmente  a procedere nel seguente modo: tratterrà una somma di denaro, per poi versarla all’ente di credito che ha concesso il prestito.

Garanzie

Inps cessione del quinto: il valore massimo cedibile è di un quinto della pensione. Il valore massimo rimborsabile all’ente finanziario o alla banca, è del 20% del valore totale della pensione.

Sicuramente ti starai ponendo il quesito: conviene la cessione del quinto? Possiamo dirti di si in quanto per questo prodotto il richiedente non si dovrà preoccupare di niente, sarà l’Inps a procedere con la pratica ed a gestire ogni aspetto.

A chi si rivolge il prestito Inps

Il finanziamento per pensionati INPS è caratterizzato da condizioni economiche particolari.

Una caratteristica particolare è proprio l’età massima per poter effettuare la domanda di finanziamento, che è di 85 o massimo 90 anni.

Per poter accedere alla cessione del quinto Inps è necessario essere iscritti alla Gestione Unitaria Autonoma. Questa iscrizione permette di controllare la proprio posizione all’Inps e di leggere tutte le comunicazioni riguardanti la propria pensione.

Come funziona la cessione del quinto Inps

Per prima cosa occorre effettuare la domanda di prestito alla banca a alla società finanziaria. Dopo aver preparato la pratica, si occuperà l’Inps di versare per te gli importi relativi alla restituzione del finanziamento all’ente erogatore.

Come anticipato precedentemente, al cliente verrà trattenuto l’ammontare della rata direttamente dalla pensione.

Il contratto di prestito Cessione del Quinto Inps può avere una durata massima di dieci anni e si dovrà inevitabilmente stipulare un’assicurazione a totale copertura del prestito, cosicché in futuro non ci siano problemi di rivalse sugli eredi.

Dato che l’assicurazione è obbligatoria, si deve mettere in conto il suo costo e gli eventuali tassi di interesse da pagare. La somma da riconoscere per l’assicurazione può variare in base all’età del richiedente, maggiore è l’età più alto sarà il costo dell’assicurazione.

Leggi: Cessione del Quinto Iter e tempi di erogazione del prestito

Come si calcola la rata

Calcolo cessione del quinto inps: fare il calcolo della cessione del quinto è molto facile, grazie alle tabelle preparate e messe a disposizione dall’Inps.

Segui le indicazioni e con pochi semplici passi capirai velocemente  quanto richiedere, i tempi per il rimborso ed il valore che l’Inps detrarrà mensilmente dalla pensione.

Attenzione considera che potrai come valore massimo cedere un quinto della tua pensione, pertanto la rata varierà a secondo della somma restituita mensilmente dall’Inps.

Il calcolo della cifra cedibile è da effettuare sul netto ovvero senza le trattenute fiscali e previdenziali, Questo permetterà al cliente di non intaccare il minimo garantito dalla legge.

Possiedi una pensione minima? In questo caso non si potrà usufruire della cessione del quinto. Contrariamente nel caso in cui l’utente percepisse più pensioni, il calcolo della rata si effettuerà sommando le diverse pensioni e calcolando quindi un quinto del totale.

Esempio calcolo rata cessione del quinto della pensione (Quota Cedibile)

CASO 1
pensione lorda596,50
ritenute fiscali0,00
pensione netta596,50
pensione minima502,39
quota cedibile94,11
*con salvaguardia della pensione minima (€ 502,39 per l’anno 2015), inferiore in questo caso all’importo del quinto = 119,30

 

CASO 2
pensione lorda1.200,00
ritenute fiscali300,00
pensione netta900,00
1/5 del netto180,00
quota cedibile180,00
*con salvaguardia della pensione minima (502,39 per l’anno 2015). 

La quota che si andrà a versare, così come da prospetto allegato è pari ad 20% massimo della pensione. Questo non è l’unico aspetto che può variare, infatti conta anche l’età, fondamentale per stabilire il numero di rate, questo poi dovrà essere comparato alla fattibilità con il quinto. Una soluzione che si può comunque considerare è il rinnovo del prestito.

Per concludere per semplificare, si può fare riferimento ad una richiesta generica di prestito.

Calcolo rata cessione del quinto Inps Es: desideri 20.000 euro, il valore da dare in dietro sarà pari a 27.864 euro. Il numero di rate mensili sarà 120, ed il valore corrisponderà a 232,20 euro, gli interessi corrispondono al 4% il Tan e al 7,23% il Taeg.

Il costo totale del credito ricevuto è di 9.693,32 euro.

Il valore finale si ottiene dalla somma dei diversi elementi. Gli interessi corrispondono a 4.929,36 euro, le commissioni di intermediazione sono di 278,64 euro, invece le commissioni del finanziatori sono pari a 557,28 euro.

A questi valori si dovranno aggiungere

  • 600 euro per le commissioni di istruttoria
  • 306,50 euro come commissioni di attivazione
  • 1.175,95 euro per le commissioni di gestione
  • 16 euro per gli oneri previsti dall’erario.

Quello che abbiamo appena effettuato è un esempio di calcolo generico, per aiutarti a capire il meccanismo di calcolo. Dai dati sopra riportati avrai modo di capire come si effettua il calcolo del prestito e della relativa restituzione.

Grazie al simulatore prestito inps, hai la possibilità di effettuare la simulazione calcolo cessione del quinto.

Pensioni non ammesse

Anche se sei un pensionato, non è detto che potrai usufruire di tali vantaggi della cessione del quinto Inps.

Infatti non avrai la possibilità di accedere nei seguenti casi:

  • Percepisci pensioni o assegni sociali
  • Sei titolare di invalidità civile
  • Sei beneficiario di assegni mensili dedicati all’assistenza dei pensionati per inabilità
  • Se ricevi assegni a sostegno del reddito, come ad esempio Vocred, Vocoop e Voeso
  • Hai diritto e usufruisci di assegni per il nucleo familiare
  • Hai una pensione con contitolarità, ovvero puoi disporre di un quinto di una sola parte di pensione
  • ricevi prestazioni di esodo, con riferimento all’ex articolo 4, commi da 1 a 7 – ter, della Legge n. 92/2012.

Richiesta Cessione del quinto Inps Online

Una metodologia facile e rapida è certamente effettuare la richiesta tramite il sito internet. Online avrai la possibilità di verificare anche l’elenco delle banche convenzionate con l’Inps per la cessione del quinto.

Comodamente da casa con semplici click potrai visionare le indicazioni e il modo per inviare la domanda di finanziamento in modo diretto all’ufficio competente.

Il funzionario incaricato alla gestione della pratica, prenderà in carico direttamente dal proprio computer la documentazione ricevuta, e procederà con l’esaminare l’istanza per poi proseguire con i passaggi necessari.

Il richiedente del finanziamento non dovrà motivare la richiesta di prestito ne sui moduli ne agli addetti che gestiranno la richiesta.

Per procedere con la pratica, il pensionato richiedente deve consegnare agli uffici dell’Inps, alla banca o alla società finanziaria, la comunicazione di cedibilità, ovvero la quota cedibile pensione, che è la cifra massima della rata.

La presentazione della domanda online può essere fatta non solo all’ente previdenziale, ma anche alle banche ed alle società finanziarie convenzionate con Inps.

Dato che il documento è da presentare all’erogatore del finanziamento l’utente può effettuare la richiesta online direttamente, così poi l’ente convenzionato si potrà interfacciare con l’Inps.

La documentazione necessaria

Dopo aver scelto l’istituto di credito al quale richiedere il prestito, il prossimo passo sarà preparare la documentazione:

  • Il cedolino della pensione
  • Il modello Cud
  • Il documento d’identità

Tale documentazione servirà per dimostrare che il richiedente è titolare di una pensione, da questo dipenderà il valore corrisposto dall’Inps.

Non occorrono altre firme se non quella del richiedente, in quanto la garanzia è il trattamento pensionistico. Vogliamo sottolineare che la cessione del quinto INPS non cè nessun problema a erogare la somma desiderata a chi è stato protestato o a coloro che ha avuto ritardi nei pagamenti pertanto è stato inserito della banca dati del Crif.

Cessione del Quinto INPS: la garanzia dell’Inps è un beneficio per il pensionato e per la banca o società finanziaria.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizziamo Google Tag Manager per monitorare il nostro traffico e per aiutarci a testare nuove funzionalità

Usiamo Facebook per tracciare connessioni ai canali dei social media.
  • m_pixel_ratio
  • presence
  • sb
  • wd
  • xs
  • fr
  • tr
  • c_user
  • datr

Usiamo Facebook per tracciare connessioni ai canali dei social media.

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi