• Home
  • Prestiti
  • Auto a rate senza busta paga: comprare un auto a rata senza stipendio con garanzie

Auto a rate senza busta paga: comprare un auto a rata senza stipendio con garanzie

Silvia Faenza
Aggiornato il 11/09/2020

Si può comprare un’auto a rate senza busta paga? Non tutti i lavoratori o percettori di reddito alternativo hanno uno stipendio regolare. Per questo motivo sono diversi coloro che vogliono comprare un’auto a rate senza stipendio con garanzie specifiche. E bene è possibile accedere all’acquisto di una vettura a rate anche con un prestito senza una busta paga. Ma quali sono le principali soluzioni alle quali accedere? Scopriamolo insieme.

Prestiti senza busta paga per comprare l’auto: a chi si rivolgono?

Menu Contenuti

Preventivo in 1 Minuto

I prestiti personali o finalizzati (come in questo caso) senza busta paga per comprare una macchina a rate sono destinati a tutti quei lavoratori atipici o comunque a coloro che hanno un reddito alternativo dimostrabile a quello da lavoro dipendente.

Coloro che possono accedere e richiedere finanziamenti senza stipendio sono:

  • Lavoratori stagionali
  • Studenti
  • Disoccupati
  • Liberi professionisti
  • Lavoratori Autonomi
  • Casalinghe

Questi soggetti devono avere un’età tra i 18 e i 70 anni massimo, essere residenti in Italia e avere delle garanzie reali per ottenere un prestito anche senza busta paga.

Prestito con fidejussione

La prima forma di finanziamento alla quale possono accedere tutti coloro che non hanno uno stipendio è: il prestito con garanzia o fidejussione. In questo caso, il richiedente deve avere una persona (un parente, coniuge o amico) disposta ad apporre la firma a garanzia del debito contratto per l’acquisto dell’auto.

Questo vuol dire che il richiedente sarà l’intestatario delle rate e dell’auto mentre il garante verrà interpellato e contattato esclusivamente nel caso in cui non vengano corrisposte le rate regolarmente. In quest’ipotesi, il garante dovrà farsi carico lui del pagamento per non avere problemi successivi (come il pignoramento dello stipendio).

Per ottenere un prestito senza garanzia dello stipendio personale ma con fidejussione per acquistare un auto rende necessario portare in concessionaria o in banca:

  • I documenti d’identità di richiedente e garante
  • La dichiarazione dei redditi del richiedente
  • Le ultime due buste paga o cedolini della pensione del garante
  • I documenti dell’auto (se il finanziamento viene gestito in banca e non direttamente in concessionaria)

Con questi documenti alla mano sarà possibile ottenere il prestito in 1 ora, o in poco più di un giorno a seconda della finanziaria che gestisce la pratica.

Prestito per comprare l’auto: lavoratori autonomi e liberi professionisti

I liberi professionisti e lavoratori autonomi possono accedere al finanziamento finalizzato a rate per l’acquisto dell’auto attraverso la presentazione del Modello Unico Redditi.

Il Modello Unico ossia Dichiarazione dei Redditi permette alla finanziaria o concessionaria in cui si acquista l’auto, il reddito prodotto annualmente dal lavoratore e dalla sua relativa attività imprenditoriale, commerciale o dedita alla libera professione.

Per acquistare un’automobile con garanzia dal Modello dei Redditi è necessario:

  • Avere un’attività aperta da almeno un anno
  • Avere la propria attività e residenza in Italia
  • Non si devono aver ricevuto protesti o pignoramenti
  • Bisogna avere un conto bancario personale movimentato

Se si hanno questi requisiti basterà portare con sé il Modello Unico dei Redditi e un documento d’identità per richiedere il finanziamento per l’acquisto dell’auto.

Prestito senza busta paga per comprare l’auto: casalinghe, lavoratori atipici e rendite alternative

Per chi vuole acquistare un’auto a rate senza lo stipendio esistono anche altre possibilità, dedicate principalmente a lavoratori atipici, a coloro che hanno una rendita alternativa oppure alle casalinghe.

Nello specifico, le casalinghe possono accedere a questo finanziamento con l’assegno mensile di mantenimento. Essendo questo un reddito sicuro, offre la possibilità di ottenere un prestito anche per l’acquisto di un’auto. In questo caso, si consiglia di richiedere la somma necessaria ad acquistare l’auto chiedendo prima la somma necessaria alla banca oppure ad una finanziaria. In quanto potrebbe essere difficile accedere al prestito finalizzato in concessionaria.

I lavoratori atipici e chi percepisce rendite alternative, come i liberi professionisti e lavoratori autonomi, possono scegliere di comprare l’auto con la dimostrazione del reddito mediante la Dichiarazione dei Redditi. Oppure possono scegliere di optare per la richiesta attraverso un garante che possa assicurare alla banca il rientro del debito nel periodo selezionato.

Acquistare un’auto a rate con carta di credito

Coloro che non hanno una busta paga ma sono in possesso di una carta di credito possono utilizzare questa per pagare la loro auto a rate.

Nel caso s’acquisti un’auto usata con un prezzo non superiore ai 5 mila euro, il richiedente può decidere di pagarla con una carta di credito revolving, rateizzando successivamente l’importo speso per l’auto mediante la sua banca o la finanziaria che gli ha concesso il credito.

In alcuni casi, è possibile invece pagare l’auto a rate con la carta di credito (per un periodo massimo di 24 mesi). Con questo sistema, la carta di credito si pone a garanzia dell’acquisto. In quanto la rata verrà prelevata ogni mese dalla carta, dando alla concessionaria la certezza del pagamento. Questa forma di prestito è poco diffusa ancora, ma è una possibilità per chi non ha altre garanzie e vuole acquistare un’auto a rate mensili.

Comprare un’automobile a rate con il PagoDil

Infine, alcune concessionarie offrono la possibilità di dilazionare il pagamento rateale dell’auto con il PagoDil. Questa è una forma di finanziamento che permette di fare acquisti in negozi e attività commerciali per poi pagarli a rate con l’addebito mensile sul proprio conto corrente o attraverso il proprio bancomat.

In questo caso non sono richieste garanzie come lo stipendio o una fidejussione. Basta essere titolari di un conto corrente in Italia. Questo sistema di dilazione dei pagamenti è gestito dalla Cofidis S.p.A che paga interamente al momento dell’acquisto il prodotto all’azienda (in questo caso l’auto) e successivamente addebita in rate mensili l’importo dilazionato sul conto corrente del richiedente.

Questa forma di finanziamento non può essere richiesta in banca, ma bisogna rivolgersi alle concessionarie che aderiscono al sistema PagoDil, portando con sé un documento d’identità, l’iban del conto corrente e il proprio codice fiscale.

Ora sai come acquistare una macchina in comode rate mensili con la nostra guida completa ma se hai ancora dei dubbi non esitare! Lasciaci un commento! Ti risponderemo il prima possibile.

Articoli correlati:

Prestiti senza busta paga Poste Italiane con Postepay
Findomestic: come richiedere un prestito senza busta paga 
Prestito senza la busta paga Compass
Prestiti veloci online: come richiederli? 
Prestiti cambializzati: come funzionano e come richiederli?
Finanziamenti protestati e cattivi pagatori online: guida completa 
Prestiti tra privati seri: come richiederlo in sicurezza?
Prestiti personali Agos Ducato: guida completa 

©Prestitiperte.com 2020 P.I. 02982910800

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizziamo Google Tag Manager per monitorare il nostro traffico e per aiutarci a testare nuove funzionalità

Usiamo Facebook per tracciare connessioni ai canali dei social media.
  • m_pixel_ratio
  • presence
  • sb
  • wd
  • xs
  • fr
  • tr
  • c_user
  • datr

Usiamo Facebook per tracciare connessioni ai canali dei social media.

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi